Il mio avvicinamento all’ Azione Cattolica iniziò nel 2014, quando il mio migliore amico Marco mi invitò nella sua parrocchia della Crocetta a Torino. Nel gruppo giovani ha inizio il mio percorso di fede, feci nuove amicizie e strinsi rapidamente amicizia con Chicca, che poi diventò la mia migliore amica. Venni subito ispirata dalla sua esperienza e da quella di Marco, che per un po’ di anni ha ricoperto anche il ruolo di presidente. Notai subito con quanta gioia negli occhi mi raccontavano la loro storia, ero molto felice per loro mi feci subito una domanda : come può un’esperienza come questa riempirti di gioia e allo stesso tempo arricchirti? In altre parole la loro gioia fu molto contagiosa e in breve tempo contagiò anche me, e iniziai a partecipare agli eventi in chiesa che l’azione cattolica organizzava, da non aderente. Decisi di aspettare ancora un po’ di tempo per maturare questa scelta, perché penso che prima di decidere qualcosa devi essere sicura di poter dedicare tutto il tuo tempo, la tua energia e il tuo cuore. La mia filosofia nella vita è “metterci cuore nelle cose che fai”, anche quando conosci qualcuno e stringi amicizia, tu devi mostrare come sei davvero e il tuo cuore puro. Altrimenti è inutile. Nel 2015 incominciai a prendere più seriamente questa decisione, ne parlai con i miei amici e nel 2016 aderii ufficialmente! L’anno scorso sono partita per la Calabria per le vacanze e cercando qualche attività da fare, per occupare i miei pomeriggi, e fare amicizia, visto che qui non conosco nessuno, ne parlai con mia zia , le dissi anche che mi ero iscritta all’azione cattolica nel mese di dicembre e che volevo continuare a frequentarla. Un giorno mia zia e mia mamma mi portarono a Siderno e parlai con il prete e gli chiesi se potevo entrare a far parte del gruppo e la risposta fu affermativa! Così ho potuto continuare il mio percorso in maniera molto attiva anche qui a Siderno, dove ho scoperto la bellezza e la gioia di fare parte dell’azione cattolica Italiana. Io ero già consapevole dei disegni di Gesù su di me, sono sicura che ne farà degli altri, permettendomi di scoprire un nuovo volto di Gesù ancora più bello. L’esperienza nell’ azione cattolica mi ha aiutato ad alleggerire le mie ferite e sentirlo veramente presente nelle mie giornate e seguire con il sorriso e con molta gioia il suo servizio. E per ultimo: voglio dire grazie a tutte le persone che ho cosciuto in questa fantastica avventura, con cui ho stretto una bella amicizia, Giada, Davide, Mariateresa, Annaida, Chiara Oliveto e Chiara Fiorenza; attraverso i loro sorrisi e i loro gesti vedo il volto di Gesù! Ogni giorno questa esperienza sta arricchendo la mia vita e sarà un bellissimo bagaglio da portare a casa, riempirlo di nuove cose e conservarlo con cura.

 

di Daniela Politi